Hush – Mike Flanagan (2016)

Hush, film del 2016 diretto da Mike Flangan, è uno di quei film in bilico tra bellezza, banalità, eleganza e moda che non riesce completamente a colpire ma nemmeno a non piacere. O forse sono semplicemente io che per qualche motivo non sono riuscito a farmene un’opinione chiara.

La storia, come quasi sempre per i buoni film, è molto semplice. Una giovane scrittrice (Karen Gillan), che capiremo essere sordomuta, abita da sola in una casa isolata e una notte, dopo aver salutato un’amica che era venuta a farle visita, dovrà fare i conti con un misterioso assassino.1-z0gokemtutttfkjgin9ffw

Il plot insomma è quello di un classico home invasion, e in effetti il film questo è. Bella tutta la parte iniziale, girata in maniera molto elegante, indugiando su alcuni piccoli particolari che ci immergono fin da subito in un ambiente fatto di silenzi e di apparente tranquillità. Ci viene mostrata la quotidianità di Maddie, le videochat, i messaggi e quella grande e fastidiosa luce intermittente che, abbinata ad un’allarme, segnala la presenza di fumo in casa. Tutti particolari apparentemente insignificanti che poi però potrebbero rappresentare delle vere e proprie ancore di salvezza a cui aggrapparsi per uscire da una situazione che con i minuti si trasforma sempre di più in incubo. I dialoghi si contano fortunatamente sulle dita di una mano e, con una protagonista del genere, non poteva andare diversamente. Ciò che parla sono appunto le inquadrature, le atmosfere e la bella fotografia. Mi ha colpito positivamente anche la colonna sonora.

hush-maddie-4

Dal momento in cui il villain fa il suo ingresso in scena, si fa subito notare per la sua immotivata follia e la tranquillità disarmante con la quale terrorizza la povera ragazza, che in più di un’occasione realizza di avere ben poche speranze di cavarsela.

Come ho già detto il film è fondamentalmente un home invasion anche se in realtà l’invasore mascherato non varcherà mai la porta di casa se non negli ultimi minuti di pellicola. Avrebbe potuto farlo, soprattutto in un’occasione, ma non lo fa. E proprio in quell’occasione avrebbe potuto fare anche molto di più che entrare all’interno dell’abitazione. Avrebbe potuto raggiungere quello che si pensava essere il suo scopo. Ma sembra preferisca ferire, non solo fisicamente, ad uccidere. Sembra voler stancare, portare al limite la sopportazione della ragazza. Ma non si riesce francamente a capire se questa sia stata una scelta consapevole in fase di scrittura o piuttosto un modo per non far terminare il tutto troppo in fretta e rischiare di non raggiungere nemmeno la soglia dei 90 minuti. Soglia per altro non raggiunta comunque.

hush-3Credo potesse essere anche affrontata in maniera diversa la sequenza nella quale la protagonista cerca di immaginarsi tutti i possibili scenari per trovare una soluzione alla sua situazione. Certo questo è spiegabile con il fatto che comunque lei è una scrittrice e sa come finiscono certe storie, ma la resa finale non è delle migliori.

hush-film-review

In generale il film sembra che in qualche punto si perda e si dimentichi la strada che stava percorrendo. La sensazione è comunque quella di aver visto un bel film ma anche quella di aver potuto vedere qualcosa di meglio. Anzi, qualcosa di più. Qualcosa di più sul lato della follia per esempio. Non viene spiegato il motivo dell'”invasione”, e questo è sicuramente un punto a favore per quanto mi riguarda, ma questa immotivata violenza, anche psicologica, con il passare dei minuti tende a diventare una caricatura di sé stessa e ad appiattire un personaggio che poteva uscirne meglio probabilmente.

Oppure probabilmente siamo di fronte ad un capolavoro. Ci penserò.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: